[Gallery] Titanic, raccontato da un’altra angolazione

Un menu a cinque stelle che potrebbe sfamare un piccolo paese



La cucina del Titanic serviva solo cibo gourmet. John Thayer ha persino descritto la nave come un palazzo dove veniva servito solo cibo delizioso. Naturalmente, il buon cibo era principalmente riservato ai passeggeri di prima classe. Pâté de foie gras, gelatina di pesche, budino alla vaniglia con frutta secca e fresca, ecc. erano tra i piatti e i dessert serviti a questi fortunati passeggeri.

Jack Thayer ricorda anche di aver bevuto alcuni dei migliori vini della sua vita a bordo del Titanic. Nei suoi ricordi più cari, ricorda anche di aver mangiato agnello, ostriche crude, vitello, midollo di storione, anatra arrosto, crema di carote, bistecche di controfiletto e molto altro.

La Palestra

I passeggeri di prima classe avevano la possibilità di utilizzare la palestra del Titanic a loro piacimento. Erano vestiti bene e avevano una scelta di diverse attrezzature sportive. La sala comprendeva cyclette e vogatori. La compagnia di navigazione aveva pensato a tutto ciò potesse servire per soddisfare le richieste di coloro che avevano pagato i biglietti più cari.

Prima o dopo un pasto abbondante, questi ricchi passeggeri del Titanic andavano in palestra per bruciare le calorie, che avevano felicemente accumulato con lauti pranzetti. L’atmosfera della palestra del Titanic era semplicemente paragonabile all’atmosfera di un centro benessere privato di oggi.